sabato 11 febbraio 2012

podoni

quando ho visto golia alle iene bistarattare un pedofilo - che al momento era presunto tale - e incalzarlo, umiliarlo, con un senso di superiorità e di giustizialismo così evidente da essermi fastidioso, ho litigato con tutti i tweetters che stavano dando il loro parere sulla questione.
perché quando le iene si occupa dei pedofili, le reazioni sono sempre e solo "ammazziamoli" e "che schifo" e "li voglio ammazzare di botte". forse è per questo che ogni 4 mesi circa le iene ripropone il peschetto ai pedofili, che un mio amico da bambino chiamava "i podoni".
i podoni sono facili da fregare. sono come i tossici. te sventola sotto al naso del tossivo una dose e fa quello che vuoi. il podone non capisce un'acca quando intravede la possibilità di stare in una stanza con un bambino, e da coglione cade in tutte le fregature che le iene gli piazza sotto il naso. zaac,
preda facile, il podone. e fa audience. suscita indignazione. golia passa per l'eroe e il popolo italiano grida alla lapidazione. io accetterei il tutto se fosse robba à la fede. viziata in modo evidente.
quel che mi fa incazzare e mi porta a litigare con mezza italia e a scriverci pure un post è lo stile con cui le iene si approccia al fatto. con quest'aria ecco, lo facciamo noi, ci sostituiamo alla giustizia.
che manco so se è legale che tu ti metti on line e ti fingi un venditore di bambini e ti avventi poi sul podone e lo porti ai carabinieri. ma al di là di questo. io credo che le iene in questi servizi in primo luogo non aiuti a capire e quindi porti chi vede il programma a dire "ammazziamoli". che a me "ammazziamoli" fa incacchiare sempre, perché credo nella pena e nella riabilitazione. e che se ammazzi chi ha commesso un reato, sei peggio di lui. e a chi è peggio di uno che per te ha meritato la morte che fai? gli ammazzi i figli? ecco.
golia forse manco lo sa che a volte i pedofili non fanno le cose orrende che chi dice "ammazzali" evidentemente immagina. da quel che so io la maggior parte delle volte li toccano, o si toccano davanti a loro. di certo non è che li stuprano infilando loro bottiglie negli orifizi liberi. il pedofilo di solito pensa di dimostrare amore al malcapitato bambino e spesso è stato vittima degli stessi abusi che ora infligge; ha una visione distortissima del rapporto adulto bambino.
che poi, cos'è un bambino? quando avevo 13 anni avevo compagne che non erano vergini più manco nel culo, e non mi sembravano sotto scioc (magari abusate sì, ma in un altro modo) per questo.
io non voglio, sia chiaro, difendere il pedofilo. penso però che le iene metta la spettacolarizzazione a fronte di tutto: peggio di chi abusa del bambino, a volte solo leccandogli gli alluci, ci sono i genitori che questi bambini vendono. o i parenti che se li scopano, i bambini, e che le iene non scopriranno mai, perché questi la materia prima ce l'hanno bella che in casa, non devono mica cercare annunci (finti, delle iene) sul web per trovare la preda.
In italia i reati legati alla pedofilia sono un centesimo rispetto le violenze domestiche, gli stupri, i furti, le evasioni fiscali. se le iene vuol fare giustizia e portare moralità in italia, e non fare audience e basta, magari dovrebbe dedicarsi di più a questi crimini, che ci sono più vicini e che magari abbiamo commesso anche noi stessi. e che, proprio perché ci sono così familiari, non ci portano a dire "ammazziamo il colpevole". il giustizialismo fa paura, perché non porta a capire. una condanna giusta è legata alla comprensione.
e un'ultima cosa, agli uomini che dei podoni dicono "ammazziamoli". quando voi smetterete di imporre, anche in modo soft, alle donne di fare qualcosa, potrete dire "ammazziamoli". solo chi non ha mai preso la nuca di una donna e l'ha spinta verso il proprio uccello, senza chiedersi perché spingere lì una testa che, se è davvero consenziente, ci va da sola, solo chi non ha deciso lui i come e i quando e i per quanto tempo di un rapporto sessuale, imponendo una posizione, una cosa da dire, un luogo in cui farlo, il momento in cui i preliminari finivano, o se non c'erano le coccole del dopo sesso, potrà giudicare. ma lo fate, lo fate tutti, e per noi sono solo macchioline. piccole macchioline su un vetro. alla fine sono così tante che non le notiamo neanche più. piccoli soprusi legati al nostro essere femmine, cioè al fatto di non poter mai comandare o decidere apertamente, non fosse altro che siamo più minute e meno forti di voi. piccole macchie, cose che abbiamo subito. cazzi che abbiamo preso in bocca quando non ne avevamo voglia. preliminari cui abbiamo rinunciato senza neanche si aprisse una discussione a riguardo. verginità perse a 13 anni, eventi riguardo i quali ricordiamo di essere state consenzienti, posizioni che non ci piacciono che abbiamo sopportato. scopate in luoghi scomodi o freddi o pericolosi. cose che ci avete fatto fare perché siamo più deboli. ammazzatevi.

6 commenti:

direttivo ha detto...

personalmente non accetterò, neppure da una società meno maschilista e violenta di questa, un invito ad ammazzare. La legge dovrebbe servire per fare pace, non per vendicarsi. (E' un concetto naif? vebbè, capita)
Condivido parecchio, peccato il livore - comprensibile - nel finale.

k ha detto...

"peccato il livore" perchè sei maschio
se sei femmina ti esalta, quel livore, e commenti "stending ovescion"
però una cosa sola
tu per far crescere un bambino storto non gli devi infilare niente da nessuna parte
basta solo che hai qualcosa di sporco in mente quando lo accarezzi, anche con la carezza più casta del mondo
e di bambini storti non ce n'è proprio bisogno

direttivo ha detto...

ok, doc.
per quanto mi riguarda prometto che cerco di non stortare il pupo
(era un tu generico, o no?)

erbasalvia ha detto...

non lo so. vedo i bambini come le piante. a volte la brezza più mite li storta, a volte manco il trattore riesce a tirarle giù. però ovviamente credo nel rispetto delle persone e nella non ingerenza nelle vite altrui.

k ha detto...

no spe
la prima parte fino a ovescion era diretta a dir
la seconda era un commento al post

poi io faccio un lavoro per cui purtroppo non ho il concetto della non ingerenza nella vita degli altri
e per quanto cerco di limitarmi
(ma ripeto non c'entrava niente ecco)

cinas ha detto...

"lo fate. lo fate tutti".
vuoi dire tutti i maschi?
chiunque, nessuno escluso?